novara-cupola_di_san_gaudenzio

Giornate del Turismo 2017 – XVI edizione

BOZZA DI PROGRAMMA E RICHIESTA DI CONTRIBUTI SCRITTI

Giornate del Turismo   2017

 XVI Edizione 

VALORIZZAZZIONE E GESTIONE DEL PATRIMONIO CULTURALE.

ESPERIENZE A CONFRONTO”   

 Novara  (Università del Piemonte O.)

Armeno (Villa Badanelli)

23-24 Ottobre 2017

L’iniziativa promossa da Geoprogress Onlus, con il patrocinio dell’Università del Piemonte O., del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Conferenza delle Regioni, di Assoturismo, Confturismo  e Federturismo, costituisce un appuntamento annuale per ricercatori, operatori privati e decisori pubblici.

Essa – giunta alla XVI edizione – è un momento fondamentale di studio e di discussione di proposte per il progresso del turismo e del territorio, che scaturiscono dal confronto dei risultati di ricerche e di riflessioni di esponenti di mondi distinti (accademico, imprenditoriale, politico-istituzionale) – tra i quali si è avviata, da qualche tempo, una più intensa ed effettiva collaborazione.

Quest’anno l’iniziativa è realizzata con il sostegno, speriamo, di una Fondazione culturale.

 

SCARICA LA BOZZA DEL PROGRAMMA E LA SCHEDA DI ISCRIZIONE CON LE RELATIVE INFORMAZIONI

 

RICHIESTA DI CONTRIBUTI SCRITTI         

Il patrimonio di beni culturali, materiale e immateriale, comprendente paesaggi, singoli manufatti architettonici, storici e artistici, espressioni e credenze religiose, tradizioni etnografiche, prodotti tipici raccoglie un insieme di valori che – se riconosciuti, innanzitutto dai residenti nel territorio che li possiede – costituiscono oggetto di attività culturali e ricreative degli stessi residenti. Queste attività sono sempre più importanti nell’attuale competizione economica  e riproduzione allargata  della forza di lavoro e solo per questo motivo i valori culturali del territorio meritano d’essere attentamente tutelati.  Inoltre, per lo stesso motivo questi beni  hanno una crescente importanza  tra le attrazioni turistiche principali.

Esse, tuttavia, non sono le sole attrazioni e si tratta di capire se il turismo che esse motivano è compatibile con altri turismi, vale a dire con movimenti motivati d altre attrazioni, ed anche più in generale come altre attività locali si conciliano con tale turismo e,anzi, si possano ad esso integrare. Si tratta anche di capire se e quando i turisti, che in una prima fase sono indubbiamente potenti alleati dei residenti per la tutela del patrimonio culturale, divengano concorrenti nella fruizione di tali risorse e quali politiche facciano (o sia necessario che facciano) gli enti di gestione o meglio gli enti territoriali da cui  in genere gli enti di gestione dipendono.

Il patrimonio culturale è organizzato in sistemi di relazioni vario genere (spontanei o di mercato, gerarchici, a rete,..) che costituiscono la base della sua valorizzazione. A seconda della struttura del sistema culturale molto  diversi possono essere i risultati economici  della valorizzazione, oltre che i tipi di valorizzazione e le forme di gestione e tutela dei beni.

I benefici della tutela dei beni culturali vanno a chi direttamente ne fruisce  ma anche  tutte le attività che traggono vantaggio dai fruitori: dai servizi di cui costoro si servono  a tutte le altre attività che hanno un potente strumento di marketing  nel turismo generato dall’attrazione dei beni tutelati. Si tratta di capire, nei casi di studio che verranno considerati,  come e in che misura le varie forme di valorizzazione coprono i costi della tutela.  Visto che i beni e le attività culturali sembrano essenziali per la formazione e riproduzione di risorse umane di qualità, tanto da essere oggigiorno  considerate economie esterne strategiche, non meno importanti di infrastrutture collettive, c’è chi pensa che i costi dovrebbero  essere coperti dallo Stato, dalle tasse; altri invece pensano che debbano essere a carico dei fruitori, residenti e turisti, almeno dopo una prima eventuale fase di recupero. Per una paese come l’Italia, con un immenso patrimonio da tutelare e nello stesso tempo un immenso debito pubblico, è  essenziale trovare soluzioni adeguate, più o meno miste pubblico-private e fare delle scelte sui beni cui attribuire priorità nella tutela a carico dello Stato.

A questo proposito è essenziale attribuire un valore ad ogni bene che si considera parte del patrimonio, seppure in termini molto relativi: farne almeno una gerarchia.   Sarebbe utile al riguardo considerare come si comporta lo Stato italiano a livello  nazionale e le Regioni per quanto di loro competenza e confrontare questi comportamenti con quelli di altri paesi europei.

Sarebbe anche utile disporre d’indagini che consentano di confrontare le diverse modalità d’organizzazione e gestione degli enti di gestione e  calcolare l’efficienza e l’efficacia.

 

Temi di ricerca privilegiati

Gli organizzatori invitano i ricercatori impegnati in studi sul patrimonio culturale e lo sviluppo del turismo  a proporre un contributo scientifico, da  presentare e discutere al convegno e /o  da pubblicare negli Annali del turismo,  su

1) risultati di ricerche empiriche e riflessioni teoriche sulle questioni poste qui sopra, e  sui  temi di ricerca seguenti:

– sistemi culturali: tipi di struttura , di valorizzazione e forme di gestione,  evoluzione storica e modelli di sviluppo;

– sistemi locali di produzione turistica a base culturale: dimensioni ottimali, modelli  di governance, rapporti tra risultati socio-economici, dimensione, forma di governance;

– modelli di gestione integrata di sistemi e di reti culturali;

–  stato, evoluzione, tendenze ed esigenze prioritarie di tutela  del patrimonio di beni culturali che l’Unesco ha dichiarato patrimonio dell’umanità;

–  problemi e caratteri specifici dei  sistemi culturali e turistici formati dai beni dichiarati dall’Unesco patrimonio dell’ umanità;

– esperienze di valorizzazione dei beni culturali in senso lato, inclusi paesaggi e prodotti tipici: su politiche, strategie e strumenti  di valorizzazione utilizzati  e sui loro risultati, con particolare attenzione alla valorizzazione turistica  e alle sue ricadute  economiche e sociali. Nel caso di beni dichiarati patrimonio dell’umanità  evidenziare le ricadute della loro valorizzazione su altre risorse del territorio.  In ciascun caso, e tanto meglio attraverso l’analisi  compartiva di più casi, evidenziare la diversa  importanza delle condizioni ambientali che hanno permesso o  favorito la  valorizzazione delle risorse culturali, che possono spiegare  spiegano il diverso tipo di valorizzazione dei beni culturali e anche il diverso successo turistico.

modalità di gestione del patrimonio di beni culturali e sui modelli d’organizzazione e gestione degli enti di gestione,

– uso  di  nuove tecnologie nella gestione dei beni culturali e nelle analisi e rappresentazione delle informazioni geografiche per lo sviluppo del turismo;

– modalità di copertura dei costi della tutela del patrimobio culturale.

2) Illustrare  metodi d’indagine e di elaborazione delle informazioni per le suddette analisi con esempi di applicazioni.

3) Analisi delle performance reddituali e di efficienza nell’ambito delle arti performative (ad es. danza, musica, teatro). In un ambito spesso sostenuto da contributi pubblici la cui disponibilità risulta sempre più limitata, appare cruciale una valutazione dell’efficienza e dell’efficacia nell’utilizzo di tali risorse. Tale analisi – già di per sé importanti considerando i limiti alla riduzione dei costi dati dalla legge di Baumol – assumono tanta più importanza quanto più la qualità della produzione artistica trasforma il ruolo dell’evento teatrale da attività ricreativa destinata prevalentemente ai residenti a catalizzatore di flussi turistici con finalità culturale.

4)  Esporre e discutere specificità ed  esperienze di  turismo religioso e di valorizzazione dell’arte sacra.

5) A partire dal Piano strategico nazionale del turismo avanzare e discutere  alcune ipotesi di obiettivi ed azioni per un piano operativo  di valorizzazione dei Sacri Monti del Piemonte e Lombardia e delle risorse della regione insubrica.

5)  altri temi relativi alla valorizzazione e gestione dei beni culturali, soprattutto con riguardo ai beni dichiarati patrimonio dell’umanità, che i ricercatori vorranno proporre e gli organizzatori disponibili a recepire.

Presentazione delle proposte di contributo

Il titolo e un breve riassunto (300/500 parole) del contributo proposto, unitamente alla scheda d’iscrizione al convegno sotto riportata, dovrà pervenire entro il 15 GIUGNO 2017 a info@geoprogress.eu

Il testo completo, che verrà presentato e discusso alle Giornate, dovrà invece pervenire entro la fine di settembre, per essere trasmesso ai referee. Esso deve essere redatto  solo secondo il format che si trova nel sito www.geoprogress.eu/pubblicazioni (vedi le istruzioni Style Guidelines nella pagina del Geoprogress Journal) e, una volta approvato, verrà pubblicato negli Annali del turismo

 

ISCRIZIONE AL CONVEGNO

 Le iscrizioni alle Giornate del Turismo 2017 vanno comunicate alla Segreteria via e-mail info@geoprogress.eu oppure via fax 0321/375405, con la scheda riportata qui di seguito, comunicando data e modalità di versamento  della quota d’iscrizione.

Il versamento va effettuato sul CC intestato a GEOPROGRESS , Via Perrone 18 – Novara (CF 94063920030) presso BANCA PROSSIMA, Fil. 5000 , Novara IBAN: IT22V0335901600100000016996  

Quota d’iscrizione al convegno

  • Euro 100 per ricercatori, operatori privati e pubblici, soci e non soci, quale contributo per l’organizzazione e/o per la pubblicazione negli Annali del turismo dei testi inviatici e approvati dal Comitato scientifico.
  • Euro 50 (comprensivi della quota sociale annua) per i soci di Geoprogress che partecipano solo alla cena sociale, prevista dopo l’Assemblea, prenotandosi a info@geoprogress.eu per consentire di riservare i posti a tavola entro il 20 ottobre .

Gli operatori delle Associazioni turistiche che partecipano all’evento che, come auspichiamo,  hanno il piacere di partecipare anche alla cena  sono anch’essi invitati a prenotarsi e a fare all’arrivo una donazione che copra almeno il costo della cena.

Gli studenti e tutti gli interessati solo ad assistere alle presentazioni e ai dibattiti sono invitati a versare un contributo libero, quale donazione a sostegno delle attività di Geoprogress Onlus,(www.geoprogress.eu) di promozione del progresso delle conoscenze e di cooperazione allo sviluppo – contributo che per coloro che intendono aderire alla Onlus è fissato in Euro 15 come minimo (o di €50 come quota per il quinquennio 2016-’20) e si può versare al momento della registrazione dei partecipanti.                                                                                                                                             

 

logoONLUS(new)

Geoprogress Global Forum 2017

 2nd Geoprogress Global Forum

International Conference on

SUSTAINABILITY AND ENERGY ISSUES

September 7-8, 2017, Bruxelles

 

The “Geoprogress Global Forum (GGF)” is an international initiative promoted by the  Geoprogress Journal,  which  is an open access e-journal,  submitted to a double-blind peer review, edited by Geoprogress. This is a non-profit organisation founded by Italian academics out of various disciplines and universities for  contributing to the progress of humanity, namely to build a better world, and enhance peace and well-being, interdependence between nations, emancipation from starvation and other humiliating deprivations .

The GGF is open to scientists, experts, politicians and anyone around the World who wants to contribute to overcome the above problems. Furthermore it would contribute to initiate a people global network with the same world concept and intentions and therefore help to urge the international policies of their States in the same direction. Each edition focuses on different problems of territory development, from local to global scale, and  debates policies, management models and  action proposals.

In the edition 2017, the second, the GGF intends to focus on energy security and sustainability needs  facing the present market and resistances to change. In particular, it aims:

  • to analyze current energy geography, which involves great differences in energy problems in different territories and requires different solutions and overall a new re-launch of cooperation among  people for a sustainable development;
  • to discuss the strategies of energy security for humanity in sustainability and put forward policies and regulations, nationally and internationally.

Its purpose is not only to give continuity to the debate concerning the global  environment  issues that should be constantly in the spotlight of the scholars and public decision makers;  but also  to try to further  involve the scientific community in the global problems. This community should contribute not only  to find techniques, of production and organization, that are increasingly sustainable, but also to identify and remove resistances and obstacles toward the diffusion of such techniques and toward the satisfaction the energy needs of billion people.

This international conference is the main moment of the Forum, which then continues both with the publication of scientific papers and developing the debate over the web

 

Download the complete program of the event

 

Official poster (download)

 FIRST Press Release (download)

SECOND Press Release (download)

 

 

Contributions of the 2nd Geoprogress Global Forum


C. Boldrini – EU Sustainable Energy Cooperation: Policies and instruments – European Commission

D. Chello – Does sustainability need international co-operation? – Medener

B. Di Pietro -Preliminary analysis of the potentual benefit of thermoregulation systems and individual metering of heat consumptions in the Italiana residential building stock – ENEA 

R. Garcia – Crowdfarming wind farms in Champagne Berrichonne: towards acceptability of facilities – CEDETE Laboratory, University of Orleans

O. Janin – Contractors: the essential link to efficient refrigeration & air conditioning – AREA

S. La Motta – Energy Transition: the role of international cooperation and technology transfer – ENEA

V. Lemort – Comparison of three electrical space heating systems in low energy building for smart load management – Liège Université

M. Pastorelli – Hybrid models for the evaluation of energy sustainability in urban areas – Politecnico di Torino

G. Pede – Road transport electrification, a new highway to energy saving – ENEA

A. Provaggi – European Energy transition Policies and Technologies – EUROHEAT & POWER

M. Bresso – Intervention – European Parliament Member

zeropoint_logo

XV Edizione dell'appuntamento promosso da

Giornate del Turismo 2016 – Verso un’ospitalità sostenibile

Giornate del Turismo
XV Edizione

“VERSO UN’OSPITALITA’ SOSTENIBILE”
13-14 Ottobre 2016

Rimini Tourism Innovation Square
Palazzo Buonadrata, corso d’Augusto 62, Rimini


L’iniziativa promossa da Geoprogress Onlus, con il patrocinio dell’Università del Piemonte O., del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Conferenza delle Regioni, di Assoturismo e Federturismo, costituisce un appuntamento annuale per ricercatori, operatori privati e decisori pubblici.
Essa – giunta alla XV edizione – è un momento fondamentale di studio e di discussione di proposte per il progresso del turismo e del territorio, che scaturiscono dal confronto dei risultati di ricerche e di riflessioni di esponenti di mondi distinti (accademico, imprenditoriale, politico-istituzionale) – tra i quali si è avviata, da qualche tempo, una più intensa ed effettiva collaborazione.


Quest’anno l’iniziativa è realizzata con la collaborazione del CAST di Rimini dell’Università di Bologna e il sostegno dell’AIAV (Associazione Italiana Agenti di Viaggio).


Obiettivi del Convegno
1) Presentare risultati di analisi empiriche di aggiornamento e approfondimento:
– sullo stato, evoluzione, tendenze ed esigenze prioritarie della ricettività e, più in generale, dell’ospitalità italiana, con riferimento da un lato a cosa ne pensano turisti, residenti ed operatori economici, da un altro lato alle condizioni di altri Paesi;
– sulle relazioni tra successo turistico e condizioni della ricettività, la cultura dell’accoglienza, il tipo di destinazione turistica sviluppo e altre variabili territoriali, al fine d’individuare la diversa incidenza delle variabili locali nella soddisfazione del turista e nel successo della destinazione
2) Esporre riflessioni sui metodi d’indagine e di elaborazione delle informazioni per le suddette con esempi di applicazioni.
3) Fare il punto delle politiche del Governo e delle Regioni per il miglioramento dell’accoglienza e lo sviluppo del turismo locale; avanzare e discutere proposte di politiche e strategie per un’ospitalità sempre più sostenibile e competitiva, in particolare per un rinnovamento delle strutture edilizie ricettive, che oltre a riqualificare il turismo contribuirebbe alla ripresa economica.
4) Esporre e discutere l’esperienza di Rimini e, su questa base, proporre la diffusione di una pianificazione sistemica e partecipativa dello sviluppo locale, anche attraverso incentivi nazionali e regionali.

Destinatari del Convegno:
Operatori economici, rappresentanti delle istituzioni territoriali, associazioni di categoria, mondo accademico, e i cittadini tutti, in quanto turisti effettivi o potenziali.


PROGRAMMA

Giovedì 13 ottobre 2016
Rimini Tourism Innovation Square
Palazzo Buonadrata, corso d’Augusto 62


9:30 Registrazione dei partecipanti
10:00 I Sessione: Apertura dei lavori
Presiede: Francesco Adamo, Geoprogress (Onlus)
Saluti istituzionali Università di Bologna Cast di Rimini, Università del Piemonte O., Città di Rimini, Associazioni scientifico-professionali e imprenditoriali

Introduzione
Quale ospitalità per un turismo sostenibile e competitivo?
Francesco Adamo, Geoprogress Onlus

11: 00 – II Sessione: Stato, esigenze e politiche di rinnovamento dell’ospitalità italiana
Presiede: Vittorio Amato, Università di Napoli Federico II

Stato e tendenze dell’offerta ricettiva delle destinazioni turistiche italiane
Gianfranco Spinelli, Università del Piemonte Orientale
Esigenze e tendenze di rinnovamento delle strutture ricettive e dei servizi d’accoglienza,
Filippo Donati (Assohotel), Giorgio Palmucci (Confindustria Alberghi) Le reti di imprese, strumento di crescita competitiva dell’offerta turistica italiana
Serena Aureli, CAST di Rimini, Università di Bologna
Cultura e percezione dell’accoglienza relativamente alle principali destinazioni italiane,
Daniela La Foresta, Università di Napoli “Federico II
L’ospitalità italiana e quella degli “altri”,
Armando Peres, Presidente del Comitato Turismo OCSE – Parigi

12:30 Pausa

14: 30 – III Sessione: Tavola Rotonda su “Politiche e strategie per un’ospitalità responsabile. Dal piano strategico al piano operativo”
Coordina: Giorgio G. Bertoni, Giornalista

Intervengono:
Filippo Donati , Assoturismo/Confesercenti
Antonio Barreca, Federturismo/Confindustria
Fulvio Avataneo, AIAV (Ass.Ital. Agenti Viaggio)
Fabio Maria Lazzerini, ENIT
Giovanni Lolli, Coordinatore nazionale degli assessori al Turismo della Conferenza delle Regioni.
Dorina Bianchi, Sottosegretario al Ministero dei Beni Culturali e Ambientali e del Turismo

16:30 Pausa

16: 45 – IV Sessione: I gateway del turismo e il rinnovamento dell’accoglienza italiana
Presiede: Giovanni Fraquelli, Università del Piemonte Orientale

Decision-making, strategie e valutazione delle performance nelle agenzie di viaggio italiane
Graziano Abrate, Clementina Bruno, Fabrizio Erbetta, Giovanni Fraquelli
Per il rinnovamento dell’accoglienza italiana Interventi di operatori, associati a AIAV, ASSOVIAGGI, ASTOI, FIAVET .

17: 45 – 19:00 V Sessione: Rimini Venture 2027 – L’esperienza del Piano strategico della città, il ruolo e le prospettive degli operatori e della popolazione locale.
Presiede: Pietro Leoni, Esperto del piano strategico di Rimini
Introduce: Maurizio Ermeti, Presidente Associazione Forum Rimini Venture

Intervengono :
Operatori locali (imprese di strutture ricettive, servizi di trasporto , stabilimenti balneari, servizi finanziari), Rappresentanti dei consumatori, dei lavoratori e dell’ Amministrazione cittadina.

20:00 – Cena sociale


Venerdì 14 ottobre 2016
Rimini Tourism Innovation Square
Palazzo Buonadrata, in corso d’Augusto 62


9:00 – 11:00 – VI Sessione – Comunicazioni
Presiede: Maria Laura Gasparini, Università di Napoli “Parthenope.

Il turismo halal come un possibile elemento di rinnovamento dell’offerta turistica italiana
Stefania Mangano, Gian Marco Ugolini, Università di Genova
Le sfide per un turismo sostenibile comune nell’area adriatico-ionica: il contributo delle politiche europee di coesione e di preadesione
Silvia Grandi, Università di Modena e Reggio Emilia
Attrattività e competitività delle destinazioni: fattori di successo e sfide per il sistema ospitale delle aree protette di Basilicata,
Bencivenga, L. Chiarullo, D. Colangelo, M. De Filippo, Fondaz. ENI Enrico Mattei
Matera Capitale europea della cultura 2019: l’ospitalità di una comunità coinvolta in un mega evento,
Bencivenga A., Buccino L., Gianpietro A.M., Pepe A., Fondaz. ENI Enrico Mattei
Il crocierismo. Dinamiche evolutive e impatto ambientale
Vittorio Amato, Università degli Studi di Napoli Federico II

10:15 – Discussione

11:00 – 12:30 – VII SessioneComunicazioni
Presiede: Alessia Mariotti, Direttore CAST di Rimini, Università di Bologna
Costruzione di un modello di sviluppo endogeno per i borghi marinari

Giuseppe Reina, Università di Catania
Il Parco Nazionale del Vesuvio come promotore di sviluppo turistico: analisi dei flussi e customer satisfaction,
Giovanna Galeta Lanza, Università di Salerno
“Dormire in santa pace”: ospitalità in conventi e monasteri della Penisola Sorrentina,
Maria Laura Gasparini e Giuseppe Pignatelli , Università di Napoli, “Parthenope” e Seconda
Il turismo a “Verona, city of Unesco”. Considerazioni a margine di una ricerca sulle motivazioni e condizioni della visita,
Silvino Salgaro, Università di Verona
Lo Structural Equation Model applicato all’analisi dell’offerta turistica,
Reyes González-Relaño e Stefania Mangano, Università di Siviglia e Genova
L’ospitalità nei luoghi termali delle Marche. È possibile una politica di rinnovamento?
Salvatore Cannizzaro e Gian Luigi Corinto, Università di Catania e di Macerata

12:30 – Discussione

14:30 – 16:00 VIII Sessione: Comunicazioni
Presiede: Marco Ugolini, Università di Genova

Il turismo cinese a Milano: reti, ospitalità, pratiche
Monica Morazzoni, Giovanna Giulia Zavettieri, Iulm, Milano.
Fari dismessi. Dall’abbandono alla rigenerazione.
Antonietta Ivona, Università di Bari
Verso una ricettività diffusa come soluzione alla questione dei “letti freddi” per uno sviluppo turistico s-Low: il caso dell’Alto Sebino
Sara Belotti, Università degli Studi di Bergamo
Il turismo e la nuova governance regionale in Abruzzo: le reti d’impresa e le opportunità delle DMC
Bernardo Cardinale e Rosy Scarlata, Università di Teramo
Gli agriturismi in Valle d’Aosta: scelta di marketing e politica del turismo
Anna Maria Pioletti, Cecilia Lazzarotto, Università della Valle d’Aosta
La dimensione territoriale dell’ospitalità e dell’accoglienza. Studi di una recente destinazione turistica: Langhe e Monferrato.
Enrico Ercole, Università del Piemonte Orientale

16:00 – Discussione

16:30 – Conclusioni


SCARICA IL PROGRAMMA


ORGANIZZAZIONE


Responsabile dell’iniziativa:
Francesco Adamo, Geoprogress Onlus
Comitato scientifico:
Francesco Adamo, Alessandro Capocchi, Cesare Emanuel, Fiorella Dallari, Giovanni Fraquelli, Fabio Pollice, Alessia Mariotti, Piercarlo Rossi, Vittorio Ruggiero, Lida Viganoni
Segreteria:
Annalisa Spalazzi (Coord.), Giuseppe Reina, Edoardo Perazzini (CAST Rimini)
Informazioni generali: tel. 324 5809189 , e-mail: annalisa.spalazzi2@unibo.it
Informazioni sul programma: info@geoprogress.eu, 3351343112
Rapporti con la Stampa: info@mediamover.it
Ufficio redazionale e gestione Social network: Elena Gallarate, Edoardo Ardizzone (Geoprogress)


SCRIZIONE AL CONVEGNO

Le iscrizioni alle Giornate del Turismo 2016 vanno comunicate alla Segreteria via e-mail info@geoprogress.eu oppure via fax 0321/375405, con la scheda riportata qui di seguito, comunicando data e modalità di versamento della quota d’iscrizione.
Il versamento va effettuato sul CC intestato a GEOPROGRESS , Via Perrone 18 – Novara (CF 94063920030) presso BANCA PROSSIMA, Fil. 5000 , Novara IBAN: IT22V0335901600100000016996
Quota d’iscrizione al convegno
Euro 100 per ricercatori, operatori privati e pubblici, soci e non soci, quale contributo per l’organizzazione e/o per la pubblicazione negli Annali del turismo dei testi inviatici e approvati dal Comitato scientifico.
Euro 50 (comprensivi della quota sociale annua) per i soci di Geoprogress che partecipano solo alla cena sociale, prevista dopo l’Assemblea, prenotandosi a info@geoprogress.eu per consentire di riservare i posti a tavola entro il 10 ottobre .
Gli operatori delle Associazioni turistiche che partecipano all’evento che, come auspichiamo, hanno il piacere di partecipare anche alla cena sono anch’essi invitati a prenotarsi e a fare all’arrivo una donazione che copra almeno il costo della cena.
Gli studenti e tutti gli interessati solo ad assistere alle presentazioni e ai dibattiti sono invitati a versare un contributo libero, quale donazione a sostegno delle attività di Geoprogress
Onlus,(www.geoprogress.eu) di promozione del progresso delle conoscenze e di cooperazione allo sviluppo – contributo che per coloro che intendono aderire alla Onlus è fissato in Euro 15 come minimo (o di €50 come quota per il quinquennio 2016-’20) e si può versare al momento della registrazione dei partecipanti.

zeropoint_logo

old-1130731_1280

Giornate del Turismo 2015: “Cibo e Turismo”

Giornate del turismo 2015
“CIBO e TURISMO”

Novara,  19-20 Ottobre
Prefettura di Novara

L’iniziativa promossa da Geoprogress Onlus, con il patrocinio delle Università piemontesi, della Conferenza delle Regioni e dell’ANCI, e di Assoturismo, Confturismo e Federturismo, costituisce un appuntamento annuale per ricercatori, operatori privati e decisori pubblici.

Essa – giunta alla XIV edizione – è un momento fondamentale di studio e di discussione di proposte per il progresso del turismo e del territorio, che scaturiscono dal confronto dei risultati di ricerche e di riflessioni di esponenti di mondi distinti (accademico, imprenditoriale, politico e istituzionale) – tra i quali si è avviata, da qualche tempo, una più intensa ed effettiva collaborazione.

Quest’anno l’iniziativa è realizzata  con la collaborazione  della Camera di Commercio di Novara e della Prefettura di Novara.


Comunicazioni

In sintonia con l’Expo 2015, Geoprogress  incentrerà la XIV edizione delle Giornate del Turismo –  sull’analisi delle interazioni tra cibo  e turismo, e  sulle loro implicazioni per politiche di promozione di un turismo responsabile.

Nella richiesta di Geoprogress di proposte di contributi scientifici per la pubblicazione negli Annali del turismo, scaduta il 15 aprile c.a., si prospettava la possibile loro presentazione e discussione  alla XIV edizione delle Giornate del turismo.   Si invitano quindi innanzitutto  gli Autori delle proposte pervenute  a confermare la loro disponibilità a partecipare alle Giornate e presentare i loro contributi, iscrivendosi regolarmente al convegno entro la fine di Giugno  e a farci  pervenire compilata l’apposita scheda. Il testo completo proposto per la  presentazione alle Giornate – o, comunque,  da sottoporre all’approvazione del Comitato scientifico per la pubblicazione – dovrà pervenire entro il 4 ottobre.  Il testo definitivo  – che, a seguito dell’approvazione da parte del Comitato scientifico, verrà pubblicato negli Annali del turismo –  dovrà invece pervenire entro la fine di novembre, secondo il format  che si trova nel sito di Geoprogress.

I suddetti contributi si concentrano essenzialmente  sul cibo quale attrazione turistica e sul turismo come strumento di marketing. Nessuno di essi affronta le altre due ampie tematiche evidenziate nella call e indicate negli obiettivi di questo convegno: 1)  l’impatto economico, ecologico e socio-culturale del turismo nel Sud del mondo ed in particolare la sua capacità di contribuire ad alleviare la fame;  2) i comportamenti alimentari dei turisti, le politiche istituzionali e le strategie delle imprese di servizi per garantire cibi sani e la salute di turisti e residenti, il turismo come vettore  di malattie.

S’invitano pertanto i ricercatori impegnati su queste  (e solo su queste tematiche) a proporre, un contributo scientifico scritto  – inviando entro il 30 giugno un breve riassunto (10-20 righe), a info@geoprogress.eu , unitamente all’iscrizione al convegno.  Per la presentazione del  contributo alle Giornate e successivamente per la pubblicazione vale quanto già detto per le proposte già pervenute.


Obiettivi

  1. Sollecitare analisi  e riflessioni
    • sul cibo (ovvero i prodotti enogastronomici) nell’esperienza turistica, quale attrazione turistica, e sul ruolo del turismo quale strumento di marketing territoriale e di diffusione geografica delle specialità enogastronomiche;
    • sui comportamenti alimentari dei turisti e sulle modalità di garatire la salubrità del cibo a garanzia della salute del turista;
    • sul ruolo attuale del turismo nello sviluppo  agricolo ed economico dei paesi poveri:  in particolare se, come e quanto contribuisce ad alleviare la fame e a garantire la sicurezza.
    • su politiche e le  strategie  praticate per:
    • valorizzare il cibo come prodotto turistico ,
    • garantire la salubrità dei cibi,
    • promuovere un turismo sostenibile,  sul piano ecologico, culturale ed economico,  che abbia a quets’ultimo riguardo  la massima ricaduta positive sull’economia della destinazione.
    •  sui metodi e tecniche di analisi delle suddette tematiche;
  2.  Avanzare e dibattere  raccomandazioni e proposte (documentate in base a risultati di analisi come quelle di cui  sopra)  di politiche di:
    • sviluppo che valorizzino le eccellenze  enogastronomiche delle destinazioni
    • educazione alimentare e strategie per garantirne la saluite;dei turisti;
    • sviluppo di un turismo sostenibile nei paesi poveri, che contribuisca  il più possibile alla crescita economica e a vincere la fame.

Destinatari

Operatori economici, rappresentanti delle istituzioni territoriali, associazioni di categoria, mondo accademico, e i cittadini tutti, in quanto  turisti effettivi o potenziali.


PROGRAMMA

Lunedì 19 ottobre 2015

9:00 – 9:30   Registrazione dei partecipanti
9:30 – 11:00 I Sessione Apertura dei lavori

Presiede: Francesco Adamo – Geoprogress Onlus

Saluti di
Francesco Paolo Castaldo – Prefetto di Novara
Sergio Chiamparino – Presidente della Conferenza delle Regioni e della Regione Piemonte.
Andrea Ballaré, – Sindaco di Novara
Cesare Emanuel, – M.Rettore Università del Piemonte O.
Matteo Besozzi, – Presidente della Provincia di Novara
Maurizio Comoli, – Presidente Camera di Commercio di Novara

Introduzione: “Cibo e Turismo: geografie, politiche e strategie”

11:00 – 12,30 II Sessione: – Cibo e turismo nella geografia dell’Italia

Presiede : Giovanni Fraquelli – Univerità del Piemonte O.

From Italian food heritage to local gastronomy tourism
Franca Miani e Valentina Albanese – Università di Parma

La relazione fra cibo e turismo. I sistemi turistico-enogastronomici in Italia ,
Francesco M. Olivieri – Universitas Mercatorum

Tipicità e identità autentica nel turismo gastronomico e alimentare contemporaneo: verso un paradigma di responsabilità, Stefano Spillare – Università di Bologna

Prodotti enogastronomici e sviluppo turistico nei centri minori: il ruolo dei club di prodotto e delle denominazioni comunali , Paola Savi – Università di Verona

Il gusto di progettare: iniziative e proposte di sviluppo turistico locale,
Stefania Cerutti, Elisa Piva – Università del Piemonte Orientale

13:00 – 14:30 Pausa pranzo

14:30 – 16:30 III Sessione – Tavola Rotonda su Cibo e turismo nelle strategie delle imprese e nelle politiche delle istituzioni territoriali. Proposte per la valorizzazione turistica delle campagne italiane e per rafforzare il turismo quale strumento fondamentale di marketing dei prodotti del territorio.
Presiede: Francesco Adamo, Geoprogress Onlus

Intervengono:
Giorgio Palmucci, Presidente dell’ Associazione Italiana Confindustria Alberghi (AICA)
Esmeralda Giampaoli, Presidente Fiepet Confesercenti e Dirigente Assoturismo
Albero Corti, Responsabile Sett. Turismo di Confcommercio
Giovanni Daghetta, Agrinsieme
Federico Boieri, Coldiretti
Andrea Ballaré, ANCI
Rappresentante Conferenza delle Regioni*

Conclude: Tiziano Arlotti, Camera dei Deputati – X Comm. (Att. Produttive , Commercio, Turismo).

16:30 – 18:00 – IV Sessione. Seminario su: Turismo e cibo nel Sud del mondo – Se, come e quanto il turismo contribuisce e potrebbe contribuire ad alleviare la fame e a garantire la sicurezza alimentare? E quali problemi incontrano le nostre imprese di servizi turistici ad operare nel Sud del mondo?
Presiede: Vittorio Amato, Università di Napoli Federico II

Intervengono rappresentanti di imprese di servizi turistici, ricercatori ed esperti del turismo e dei paesi poveri, come:
Enrico Marletto, Viaggi solidali
Ottavio Fasano e Nicola Trabucco, Ass. Missionaria Solidarietà e Sviluppo (AMSES)
L’esperienza CISV in Benin.
Gianfranco Cattai, Presidente FOCSIV

Elena Ferrara , Senato della Repubblica

18,30 – Assemblea dell’Associazione Geoprogress, Onlus
20:00 – Cena sociale

Martedì 20 ottobre

9:00 – 11: 30 – V Sessione – Cibo, identità locale e attrazione turistica
Presiede: Gian Marco Ugolini – Università di Genova

Resources and Local Identity: taurasi d.o.c.g. as a tourist attraction and driver for the promotion of the territory, Ilaria Greco, Angela Cresta – Università del Sannio

Between religious tourism and Food: the case of monastic production in Chiaravalle Abbey,
Raffaella Afferni, Carla Ferrario – Università del Piemonte O.

I prodotti tipici nell’esperienza turistica. Il caso della Mozzarella di Bufala campana Dop.,
Vittorio Amato, Lucia Simonetti – Università di Napoli Federico II

“Far d’ostriche scempio”. La strada-mercato di Santa Lucia a Napoli tra stereotipi e trasformazioni urbane,
Giusepe Pignatelli – Università di Napoli

Cibo e alimentazione nella letteratura di viaggio: La Bella Napoli di C.W. Allers,
Maria Laura Gasparini – Univesità di Napoli Parthenope

La rete di Slow Food per la valorizzazione dei prodotti locali. Una testimonianza di sviluppo auto sostenibile e turistico in Herzegovina Orientale (BH),
Rosalina Grumo e G. Radovanovic – Università di Bari e Slow Food Convivium Trebinje (BH)

Nuove ‘idee di viaggio’ per sapori e profumi tradizionali: l’immagine ‘pubblica’ del turismo
enoganostromico pugliese,
Gattullo Mariateresa, Rinella Antonella, Rinella Francesca – Università di Bari

11:30 – 13:00 – VI Sessione – Il turismo quale strumento di marketing territoriale, di sviluppo e attenuazione della fame. Il cibo quale strumento di valorizzazione turistica: prospettive, progetti
Presiede: Maria Laura Gasparini. Università Parthenope

Agorà virtuale, cibo e mercato turistico – Comportamenti, strategie e politiche nell’epoca dei social media e della reputazione on line, Daniela La Foresta – Università di Napoli Federico II

Il turismo: una sfida per lo sviluppo socio-economico del continente africano.
Stefania Mangano e Gian Marco Ugolini – Università di Genova

La produzione olearia per la valorizzazione del territorio in Campania,
Antonella Romanelli – Università di Napoli Parthenope.

Prodotti tipici, sviluppo territoriale, valorizzazione turistica: zafferano e peperoncino,
Caterina Nicolais, Università di Napoli Parthenope

Cibo, turismo e scuola. Una proposta di formazione e educazione alimentare
Anna Maria Pioletti, Cecilia Lazzarotto – Università della Valle d’Aosta

Pausa pranzo

14:30 – 16:30 – VII Sessione. Tavola Rotonda su: Cibo , cultura e turismo nella strategia delle imprese e nelle politiche e prospettive di sviluppo del Piemonte e delle sue sub-regioni turistiche
Presiede: Piercarlo Rossi , Università del Piemonte O. , Geoprogress Onlus

Intervengono: esponenti d’imprese e d’istituzioni locali
Antonio Zacchera , Zacchera Hotels
Pierdomenico Gallo, Relais San Maurizio
Stefano Chiarlo, Presidente Astesana – Strada del vino
Paolo Rovellotti, Imprenditore, Colline del nebbiolo dell’Alto Piemonte,
Cristina Guidobono Cavalchini, Risobuono
Giovanni Cardone, Direttore, CIA Piemonte
Sandro Chiriotti, Tour Gourmet S.r.l.
Andrea Ballaré, Presidente ANCI Piemonte
Fulvio Avataneo, Presidente AIAV

Conclude
Antonella Parigi, Assessore al turismo della Regione Piemonte

16:30 – 17:00 – Conclusioni del convegno: Cibo e turismo, quali interazioni ed esigenze di ricerca?
Giovanni Fraquelli, Vittorio Amato, Gian Marco Ugolini , Maria Laura Gasparini, Piercarlo Rossi, Francesco Adamo.


ORGANIZZAZIONE

Responsabile dell’iniziativa:
Francesco Adamo, Geoprogress Onlus

Comitato scientifico
Francesco Adamo, Alessandro Capocchi, Cesare Emanuel, Giovanni Fraquelli, Fabio Pollice, Piercarlo Rossi, Vittorio Ruggiero, Lida Viganoni

Segreteria organizzativa
Geoprogress/ ProTour c/o Università degli Studi del Piemonte O.

– Coordinamento: Caterina Zadra – info@nonsolotrekking.com
– Amministrazione :Gina Massimo – massimo@eco.unipmn.it, tel. 0321 375402
– Informazioni: Serena Regalia e Monica Machiatte
Tel.0321 375 337.  Fax 0321 375 405  E-mail: info@geoprogress.eu


ISCRIZIONE AL CONVEGNO

Le iscrizioni alle Giornate del Turismo 2013 vanno comunicate  alla Segreteria via e-mail  info@geoprogress.eu  oppure via fax 0321/375405, con  l’apposita scheda comunicando data e  modalità di versamento quota.

Il versamento va effettuato sul CC intestato a GEOPROGRESS , Via Perrone 18 – Novara  (CF 94063920030)  presso  BANCA PROSSIMA, Fil. 5000 , Novara IBAN: IT22V0335901600100000016996

Quota d’iscrizione al convegno
Euro  100  per ricercatori, operatori privati e  pubblici,  soci e non soci, quale contributo per l’organizzazione   e/o  per la  pubblicazione negli Annali del turismo dei testi inviatici e approvati dal Comitato scientifico.

Euro    50  (comprensivi della quota sociale annua) per i soci di Geoprogress che partecipano solo alla cena sociale, prevista dopo l’Assemblea,  prenotandosi  a  info@geoprogress.eu  per consentire  di  riservare i posti a tavola.

Gli studenti e tutti gli interessati solo ad assistere alle presentazioni e ai dibattiti  sono invitati a versare un contributo libero, quale donazione a sostegno delle attività  di Geoprogress Onlus,(www.geoprogress.eu)   di promozione del progresso delle conoscenze e di cooperazione allo sviluppo –  contributo che per coloro che intendono aderire alla Onlus è  fissato in Euro 15 come minimo e si può versare al momento della registrazione dei partecipanti.

ALBERGHI ed  escursione all’ EXPO.
Prenotando  al più presto e comunque entro giugno, Geoprogress può contrattare con qualche albergo prezzi molto scontati; può inoltre acquisire a prezzo scontato i biglietti per l’Expo raggiungibile in poco tempo in treno da Novara. Gli interessati alla prenotazione albergo o/e all’Expo  possono comunicarcelo via e-mail

scarica il pieghevole

Equilibri Squilibri Territoriali

Equilibri e squilibri territoriali

EQUILIBRI E SQUILIBRI TERRITORIALI

Seminario GEOPROGRESS Onlus
Torino, 15 Dicembre 2015, ore 15-19
Campus Luigi Einaudi, Università di Torino
Lungo Dora Siena 100, Sala 3D 233

Il seminario propone una riflessione sul tema «Equilibri e Squilibri» nelle varie declinazioni che tali problematiche assumono nello spazio e sul territorio alle diverse scale geografiche. Le argomentazioni presentate da studiosi di varie discipline geografiche, sociologiche, urbanistiche, politiche, segnalano gli scenari degli squilibri geomorfologici e climatici, dei differenti comportamenti sociali, delle disuguaglianze economiche, delle scelte della pianificazione territoriale, dei rischi correlati alla globalizzazione della violenza, assegnando particolare attenzione alle politiche e alle pratiche elaborate per conseguire una situazione di «equilibrio» dell’ambiente, della società, del territorio.

ACP_PDF 2_file_document SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO

mostra 1seta preziosa 2016 (1)

SETA PREZIOSA

SETA PREZIOSA

Tessuti antichi nel Museo d’Arte Religiosa “P.Augusto Mozzetti” di Oleggio

30 aprile – 30 giugno 2016

mostra 1seta preziosa 2016 (1)

sabato e lunedì 9.00 – 12.00

domenica           9.00 – 12.00 (visita ridotta) / 15.00 – 18.00

 

MUSEO D’ARTE RELIGIOSADI OLEGGIO

Chiesa parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo Apostoli

Food, Geography and Security Policies

Geoprogress Global Forum 2016

FOOD, GEOGRAPHY AND SECURITY POLICIES

Torino, 3-4 May
Aula Magna at Rectorate of the University of Torino
Via Po,17 – Torino

The “Geoprogress Global Forum (GGF)” is an international initiative promoted by the Geoprogress Journal, which is an open access e-journal, submitted to a double-blind peer review, edited by Geoprogress. This is a non-profit organisation founded by Italian academics out of various disciplines and universities for contributing to the progress of humanity, namely to build a better world, and enhance peace and well-being, interdependence between nations, emancipation from starvation and other humiliating deprivations .

 

The GGF is open to scientists, experts, politicians and anyone around the World who wants to contribute to overcome the above problems. Furthermore it would contribute to initiate a people global network with the same world concept and intentions and therefore help to urge the international policies of their States in the same direction. Each edition focuses on different problems of territory development, from local to global scale, and debates policies, management models and action proposals.

 

In the edition 2016, the first, the GGF intends to focus on food security issues. In particular, it aims:

  • to analyze current food geography, which involves great differences in nutrition problems in different territories and requires different solutions and overall  a new re-launch of cooperation  among people for a sustainable development;
  • to discuss the strategies of food security and safety for humanity and put forward new policies and regulations, nationally and internationally.

Its purpose is not only to give continuity to the debate concerning the issues of EXPO and the Charter of Milan (2015) that should be constantly in the spotlight of the scholars and public decision makers; but also to try to further involve the scientific community in the hunger problem and to contribute to define how “Feeding the Planet”, that was the slogan of the Expo, and particularly how to feed it sustainably.

This international conference is the main moment of the Forum, which then continues both with the publication of scientific papers and developing the debate over the web,

 

This edition of the GeoProgress Global Forum is organised

with the collaboration of the

 Senza titolo

 with a financial contribution of the

2  

under the patronage of

34 

and with the support of the excellent drinks and food of

 5 6 7

      

 

PROGRAM

 

Tuesday, May 3, 2016

 

14:00 – 14:30   Registration of participants

14:30 – 18:30 Conference  on “Food, geography and food security policies”

Chairman: Francesco Adamo, President of Geoprogress (Onlus)

 

Opening Greetings :

Gianmaria Ajani, Rector of University of Torino

Piero Fassino, Mayor of the City of Torino

 

Reports and Keynotes

Geography, policies and perspectives of food security

  • Ana Maria Viegas Firmino, Chair, IGU Commission on the Sustainability of Rural Systems
  • Maria Sassi, Agricultural Economist, University of Pavia (Italy)

 

Institutional visions, actions and proposals for  food security.

– Lorenzo Bellù , FAO , Senior Economist, Economic and Social Development Dept.

– Adolfo Brizzi, IFAD , Director, Policy and Technical Advisory Division

Brando Beninfei, European Parliament Member.

 

NGO’s perspectives and policy proposals:

– Andrea Stocchiero, FOCSIV , Policy Dept.

Valentina Meraviglia, Slow Food

 

Debate

Planned interventions, questions and free interventions on the introductory keynotes.

 

Wednesday, May 4, 2016

 

Contribution to the Conference

09 : 00 – 10: 00 I Session of papers presentation

Chairman: Etienne Piguet, Université de Neuchâtel.

 

The environmental issue in China: norms and enforcement after COP-21

   Mariagrazia Semprebon, Legal Consultant.

Organic food in China: the law behind lüse shipin and youji shipin,

   Riccardo Berti, Lawyer.

 

The abandonment of agricultural land in Italy – Italian measures to

contrast the phenomenon – The example of the regional legislation on the so-called “land banks”,

Giuliana Strambi , Institute of International and Comparative Agricultural Law – NRC.

 

Climate change vulnerability, water resources access and food security in

   Oromia and in Southern Nations, Nationalities, and Peoples’ Region (SNNPR),

Alessandro Pezzoli, Carolin Canessa , Chiara Brunisso, Elisa Bignante, Agnese Natale, Angela

Calvo, Elena Belcore, Andrea Bessone*. University and Polytechnic of Torino, *LVIA.

 

Effectiveness of weather index insurance for smallholders in Ethiopia,

Federica Di Marcantonio*, Antoine Leblois**, Wolfgang Göbel*  and Hervè Kerdiles,*

*JRC-EC and INRA.**

 

10:00 – 11: 00 II Session of Papers Presentation

Chairman: Egidio Dansero, University of Torino.

 

Food security, Migration and Environmental change: what do we know about their relations ?

Etienne Piguet, University of Neuchâtel.

 

Effect of climate change on plant disease and food security,

     Massimo Pugliese, Agroinnova, Disafa, University of Torino.

 

Food, Feed and Fuel. Geography of productions and market consequence

Vittorio Amato, Department of Political Sciences, University of Napoli “Federico II”.

 

Climate change and livestock productions systems: a case study in Niger of technical and didactic

   activities, Carlo Semita, Riccardo Fortina, Tiziana Nervo, Ousseina Saidou Toure, Issa

Moumouni, Mahaman Abdou Maaouia Moussa, Marichatou Hamani, University of Torino and

African Universities.

 

Sharing best practices and educational tools among countries of Sahel

   Elena Ferrero, Giovanni Mortara, Carlo Semita, University of Torino.

 

11:00 – Coffee break.

 

11:15- 13: 00 Workshop on “Food and local development issues”

Chairwoman:   Maria Giuseppina Lucia, University of Torino.

 

Egidio Dansero, Giacomo Pettenati, Alessia Toldo.

Margherita Alice Perino.

Paolo Rizzi and Paola Graziano.

Marco Giardino, Luigi Perotti, Rossella Vigna.

Luca Simone Rizzo.

Francesca S. Rota.

 

13: 00 Hypotheses for next GGF

Francesco Adamo, Vittorio Amato, Sergio Conti, Egidio Dansero, Maria G. Lucia (Geoprogress).

Mariagrazia Pellerino (Torino City Councillor)

ORGANISATION

 

Responsible for the GGF

Francesco Adamo, Prof. Emer. of Economic Geography, President of Geoprogress Onlus.

 

Steering Committee of the GGF: Bjorn Asheim (Norway and Sweden), Huseyn Bagci,(Turkey), Vincente Bielza de Ory (Spain), Vladimir Kolossov (Russia), Sergio Conti (Italy), Elena Dell’Agnese (Italy), Labadi Fadwa (Palestine), Claudio Minca (Nederlands), Julian V. Minghi (USA), Maria Paradiso (Italy), Petros Petsimeris (France), Stephane Rosiere (France), Christian Vandermotten (Belgium), Peter Wiltshier (United Kingdom).

 

Scientific Committee of the GGF 2016

Ana Maria Viegas Firmino, Chair, IGU Commission on the Sustainability of Rural Systems

Maria Paradiso, Chair, Italian National Committee in International Geographical Union.

Maria Sassi, University of Pavia (Agrifood Economics)

Fernando Brito Soares (Agricultural Economics)

Franco Sotte, Politechnic University of Marche (Agricultural Economics and Policy).

Andrea Stocchiero, FOCSIV (Development Policy)

 

Executive Committee of the GGF 2016

Maria G. Lucia, University of Torino (Economic Geography ), Coordinator

Marco Giardino, University of Torino (Geomorphology)

Piercarlo Rossi, University of Eastern Piemonte (Comparative Law)

Luca Simone Rizzo, University of Padova

Francesca Silvia Rota , IRES Piemonte (Regional science)

Angioletta Voghera, Polytechnic of Torino (Urban and Regional Planning)

 

Secretariat of the GGF 2016

Edoardo Ardizzone, Ludovica Alessio, Luisa Montobbio, Cinzia Pagano, Caterina Zadra.

Information:

– DIST – Ufficio Eventi: +39 011 090 7475, +39 335 53 15 643

e-mail: ludo.ale1992@gmail.com,  luisa.montobbio@polito.it, cinzia.pagano@polito.it,

info@geoprogress.eu,    +39 335 12 43 112 , +39 335 5315643.

old-1130731_1280

Giornate del Turismo 2014: Affari, Turismo e Commercio. Verso l’Expo 2015

Giornate del Turismo 2014

AFFARI, TURISMO E COMMERCIO.

Verso l’Expo 2015

  Torino, 29-30 settembre
Municipio di torino, Sala delle colonne

L’iniziativa promossa da Geoprogress Onlus, con il patrocinio delle università piemontesi, della Conferenza delle Regioni e dell’ANCI, dell’Assoturismo, della Confturismo e della Federturismo, costituisce un appuntamento annuale per ricercatori, operatori privati e decisori pubblici.

Essa – giunta alla XIII edizione – è un momento fondamentale di studio e di discussione di proposte per il progresso del turismo e del territorio, che scaturiscono dal confronto dei risultati di ricerche e di riflessioni di esponenti di mondi distinti (accademico, imprenditoriale, politico e istituzionale) – tra i quali si è avviata, da qualche tempo, una più intensa ed effettiva collaborazione.

Quest’anno l’iniziativa è realizzata con la collaborazione della Città di Torino e il patrocinio  dell’AIIG – Associazione Italiana Insegnanti di Geografia che ha ritenuto l’iniziativa utile per l’aggiornamento degli insegnanti.

 

OBIETTIVI

  • Sollecitare analisi e riflessioni:
  1.  Sull’importanza turistica, quantitativa e qualitativa, degli eventi d’affari (Esposizioni commerciale, fiere e mercati) , secondo la diversa scala geografica dell’evento e secondo il tipo di affari trattati e di effetti turistici ;
  2. Sull’organizzazione dell’accoglienza e i prodotti turistici offerti ai partecipanti a vario titolo all’evento;
  3. Sulla ricaduta dell’evento e dei flussi di turisti sul commercio locale, del luogo dell’evento e dell’area
  • D’influenza (o area visitata dai partecipanti) , e sulle produzioni  tipiche della regione o del paese: Sull’importanza , distribuzione geografica ed effetti territoriali (culturali, ecologici ed economici) di altri turismi
  • D’affari, con particolare riguardo al commercio locale:
    Sulle modalità di shopping dei turisti per affari ed di altri turisti, e più in generale sulle interazioni tra turismo e commercio al dettaglio
  • Avanzare e dibattere proposte:
  1. Di politica di promozione e strategie per una offerta coordinata a livello nazionale ed europeo di eventi d’affari.
  2. Di politica di sviluppo delle destinazioni turistiche , che favoriscano lo shopping dei turisti (dalla regolamentazione  del commercio al dettaglio ad una pianificazione dello sviluppo locale  partecipata)
  • Promuovere, in vista dell’Expo 2015, una cooperazione tra agenzie incoming, agenzie d’informazioni turistiche e l’organizzazione dell’evento,  in modo da presentare ai visitatori un’offerta organizzata e coordinata, con particolare riguardo  ai tours per la visita di città e campagne  delle aree più accessibili.

DESTINATARI

Operatori economici, rappresentanti delle istituzioni territoriali (Regioni, Provincie e Città, Comunità montane e reti di comuni), associazioni di categoria, mondo della ricerca e dell’insegnamento.

PROGRAMMA

Lunedì, 29 settembre

9,00 – 9,30    Registrazione partecipanti
9,30 – 10,00   I Sessione – Apertura dei lavori

Presiede: Francesco Adamo,  Presidente  Geoprogress, onlus.

Saluti:

Piero Fassino,  Sindaco di Torino

Gianmaria Ajani,  Rettore dell’Università di Torino

Cesare Emanuel , Rettore dell’Università del Piemonte O.

Franco Farinelli, Presidente AGeI – Assoc. Geografi  Ital.

Sergio Conti  , Presidente della Società Geografica Italiana

Gino De Vecchis, Presidente  AIIG – Assoc. Ital. Insegnanti di Geografia (AIIG)

 

Introduzione: Cultura e Affari  per il progresso del turismo e del  territorio

 

10,00 – 11,15. – Tavola Rotonda su “ Affari, turismo e shopping a Torino.”

Coordina:    Longhin Diego, La Repubblica

Interventi di  addetti ai lavori:

Rapporto di Eataly Torino

Rolando Picchioni, Salone Internazionale del Libro

Roberto Burdese,  Salone del Gusto-Terra Madre

Sarah Cosulich, Artissima.

Conclude: Assessore Maurizio Braccialarghe, Città di Torino

 

11,15 – 12,45   II Sessione: Affari, Turismo e Commercio nello sviluppo urbano

Presiede: Maria Giuseppina Lucia, DIST – Università e Politecnico di Torino.

Una stima dell’impatto del turismo congressuale sull’economia di Milano

  Paola Bensi, Roberto Nelli, Università Cattolica di Milano

L’impatto delle fiere internazionali sul turismo e sull’economia fiorentina

  Mario Tartaglia, Università di Firenze

Turismo, affari e commercio, un matrimonio mancato. Il caso di Verona

  Silvino Salgaro, Università di Verona

Turismo culturale e politiche per il commercio a Mantova

  Maria Antonietta Clerici, Politecnico di Milano

Turismo e shopping a Rimini. I turismo russo e la trasformazione di una destinazione.

  Chiara Rabbiosi, Università di Bologna.

 

14,30 – 16,30 –  III Sessione Tavola Rotonda su: “Politiche e strategie per un’offerta coordinata di  eventi d’affari”

Coordina: Augusto Grandi ,  Il Sole 24 Ore

Intervengono:

  Franco Bianchi CFI- Confindustria

  Loredana Sarti,  AEFI – Associazione Esposizioni e Fiere Italiane

  Régis Faure , Lingotto Fiere Torino

Congressi

  Paolo Novi, Federcongressi e Italia Convention Bureau

  Marcella Gaspardone, Turismo Torino

  Stefania Agostini,  Rimini Convention Bureau

 

Novità della politica italiana per il turismo

  Umberto D’Ottavio, Parlamentare

 

16,30 – 18,00  – IV Sessione: Turismo, affari e commercio: strumenti di marketing del territorio

Presiede:  Caterina Cirelli,  Università di Catania, Coordinatore del Gruppo di lavoro A.Ge.I. sul commercio

 I distretti produttivi incontrano la cultura, un’opportunità di sviluppo

  Cecile Rousset, Valentina Collaselli,  Regione Veneto

“Outlet villages”: il commercio extraurbano tra diverse modalità di shopping e di turismo

  Chiara Rabbiosi, Università di Bologna

Shopping e Turismo. Le dinamiche e le preferenze della popolazione russa

   Donatella Privitera, Università di Catania

Bio, Vintage, Hand-Made: strumenti di rivitalizzazione urbana e turistica del centro-città.

  Teresa Graziano, Università di Sassari

Il Piemonte che non ti aspetti: il distretto del Novese e le Valli Valdesi – la scoperta e il ritorno

  Alessandra M. Bosio, Oneiros Incoming Piemonte

18,15 – Assemblea dei soci di Geoprogress, Onlus

20.00 – Cena sociale

 

MARTEDÌ 30 SETTEMBRE

 9,00 – 10, 45 – V  Sessioni: Innovazione  per il progresso dell’incoming  turistico italiano. Nuove  proposte.

Presiede: Giuseppe Serrao, Direttore di 2i3t

In collaborazione con 2i3T – Incubatore di Imprese dell’Università degli Studi di Torino, verranno presentati alcuni progetti imprenditoriali che non abbiano più di 24 mesi di vita (alla data del 30 settembre 2014) la cui attività rientri nel settore del Turismo e della valorizzazione del territorio. I progetti sono frutto di una selezione effettuata dagli Incubatori universitari di impresa piemontesi e dal servizio “Mettersi in Proprio” della Provincia di Torino.

10,45 – Premiazione

Un panel di esperti del settore assegnerà un premio a due dei progetti presentati

 

11,00 – 12,30 –  VII Sessione: “Per l’Expo 2015 e Oltre: costruire una offerta turistica coordinata”

Presiede: Francesco Adamo, Geoprogress Onlus

Interventi programmati:

Le proposte di Geoprogress per l’Expo e oltre

   Piercarlo Rossi, Università del Piemonte O.

Expotours.it: uno strumento per gli operatori turistici e i produttori di eccellenze ,

   Caterina Zadra, Geoprogress –Nonsolotrekking T.O.

Le proposte di Booking Piemonte,

   Luigi Barbero, Pres. Turismo Piemonte

Le iniziative di Federturismo Piemonte

   Luca Tonelli, Responsabile Expo di

Iniziative dell’Alto Piemonte

Lorella Zoppis Antoniolo, Presidente  Consorzio Tutela Nebbioli dell’Alto Piemonte

Alberto Perfumo, Responsabile Expo per il Vercellese.

Iniziative di Langhe Monferrato Roero

   Mauro Carbone, Direttore ATL Langhe Roero o Consorzio

   Andrea Cerrato, Presidente Consorzio operatori turistici  di Asti e del Monferrato

Iniziative di Torino e dintorni

   Enzo Frammartino, Assessorato alla cultura e al turismo di Torino

 

12,30 – 13,00 Chiusura delle Giornate del Turismo

Intervento di  Antonella Parigi, Assessore al turismo della Regione Piemonte

Conclusioni di Geoprogress (onlus)

Scarica il pieghevole

old-1130731_1280

Giornate del Turismo 2013: Valorizzazione del patrimonio culturale e promozione del turismo

Giornate del Turismo 2013

VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO CULTURALE E PROMOZIONE DEL TURISMO: POLITICHE DI INNOVAZIONE E APPLICAZIONI TECNOLOGICHE

Asti, 25-26 novembre 2012,
Piazzale De André

Le Giornate del Turismo, giunte alla XII edizione, costituiscono un appuntamento annuale per ricercatori, operatori  privati e decisori pubblici, allo scopo di confrontarsi sui problemi di sviluppo dei territori e delle imprese turistiche e  sulle politiche ed azioni per darvi soluzione.

OBIETTIVI

1) Evidenziare i problemi del turismo italiano e dibattere proposte per il suo progresso da avanzare poi alla Conferenza Nazionale del Turismo, in particolare per la predisposizione di un primo Piano operativo del turismo a scala nazionale, a partire da un audit delle risorse comune a tutte le articolazioni territoriali e dalle priorità indicate  dalle Regioni e dai rappresentanti delle Associazioni delle imprese turistiche.

2) Svolgere analisi e riflessioni sui metodi e strumenti di gestione del patrimonio culturale, sull’uso di nuove  tecnologie in tale gestione e nelle analisi e rappresentazione delle informazioni geografiche per lo sviluppo del   turismo.

3) Realizzare analisi e confronti di esperienze tra aziende T.O. , ospitalità e trasporto sull’attuale uso e sulle prospettive di diffusione di nuove tecnologie nella gestione dei servizi turistici.

 

DESTINATARI

Operatori economici, rappresentanti delle istituzioni territoriali (Regioni, Provincie e Città, Comunità montane e reti di comuni), associazioni di categoria, mondo accademico.

PROGRAMMA

Lunedì, 25 Novembre 2013
9.00 – 9.30 – Registrazione partecipanti

9.30 – 10.00 Saluti e apertura dei lavori:
Michele Maggiora, Presidente Astiss
Pierluigi Faloni, Prefetto di Asti
Fabrizio Brignolo, Sindaco di Asti
Gianmaria Ajani, Rettore Università di Torino
Cesare Emanuel, Rettore Università del Piemonte Orientale

Introduzione:
Francesco Adamo, Geoprogress
Francesco Scalfari, Astiss

10.00 – 11.15 – Sessione I: SMART CITIES E SMART COMMUNITIES PER LA CULTURA E IL TURISMO
Presiede:
Fabio Pollice, Università del Salento

Andrea Cerrato, Assessore Turismo, Asti
Giorgio Munari, Sindaco Comune di Ayas
Alessandro Delli Noci, Assessore Smart City, Lecce
Michele Fatibene, Assessorato Smart City, Torino
Alessia Uboldi, Manager Distretto urbano del Commercio, Varese

Coffee break

11.30 – 13,00 – Tavola Rotonda
DAL PIANO STRATEGICO AI PIANI OPERATIVI TERRITORIALI:LA FUNZIONE DELLE  TECNOLOGIE
Modera:
Fulvio Lavina, La Stampa

Con intervento programmato di:
Gianfranco Battisti, Vice Presidente di Federturismo
Esmeralda Giampaoli, Rappresentatnte Naz. Confesercenti
Nuccio Altieri, Responsabile nazionale Cultura e Turismo, UPI
Armando Cirillo, Coordinatore Dipartimento Economia, Responsabile Turismo, PD
Paolo Nicolò Romano, Commissione parlamentare poste trasporti e telecomunicazioni, M5S

Con la partecipazione di rappresentanti dell’ANCI, della Conferenza delle Regioni, e del MiBAC

Lunedì, 25 Novembre 2013

14.15 -15.00 – Sessione II – PIATTAFORME E SERVIZI PER LA CULTURA E IL TURISMO
Con relazione di apertura e relativa discussione:
Valerio Imperatori, IBM Smarter Cities Leader

15.05 – 16.00 – Sessione III – APPLICAZIONI PER LA CULTURA E IL TURISMO: ESPERIENZE  ESTERE
Presiede:
Antonella Capriello, Università del Piemonte Orientale

Laura Altin, Positium LBS
Rein Ahas, University of Tartu (Estonia) – Mobile positioning data as tool for studying tourism in destination
Luca Dini e Massimo Balestrieri, Holmes solutions (France), Opinion monitoring for tourism analysis and services

Coffee break

16.15 – 17.30 – Sessione IV – APPLICAZIONI PER LA CULTURA E IL TURISMO: STUDI E TECNOLOGIE
Presiede:
Vittorio Amato, Università di Napoli

-Andrea Violato, Università del Piemonte Orientale e Università di Torino, Open data per la valorizzazione culturale e l’attrattività turistica nel territorio astigiano
-Anna Maria Pioletti e Alessandro Stanchi, Università della Valle d’Aosta, Applicazioni per la promozione delle economie marginali nella Valle d’Aosta
-Stefano Giuliani, Geo4map, Realtà aumentata e musei italiani

17.35 – 18.30 – Tavola rotonda – SMART TOURISM: IL RUOLO DELL’INFORMAZIONE SOCIAL E  SPECIALISTICA
Presiede:
Enrico Ercole, Università del Piemonte Orientale

Con intervento programmato di:
Carlo Caroppo, Puglia Events
Stefano Labate, La Nuova Provincia

Martedì, 26 Novembre 2013
9.15 – 10.15 – Sessione V – INNOVAZIONE NELLA GESTIONE DEL PATRIMONIO CULTURALE E  NELLO SVILUPPO DEL TERRITORIO
Presiede: Laura Cassi, Università di Firenze

-Roberta Davisod, Agenzia di sviluppo del territorio LAMORO, Il patrimonio culturale immateriale: risultati del progetto Central Europe “Cultural Capital Counts””
-Ilaria Greco, Università del Sannio, Il territorio nella multidimensionalità dell’informazione  turistica: un caso di successo per il turismo 2.0
-Sonia Gambino, Università di Messina, L’enoturismo e la produzione vinicola calabrese

Coffee break

10.30 – 11.30 – Sessione VI – INNOVAZIONE NELLA PROMOZIONE TURISTICA, COMPETITIVITÀ DELLE IMPRESE E MADE IN ITALY
Presiede:
Piercarlo Rossi, Università del Piemonte Orientale

Giovanni Fraquelli, Università del Piemonte Orientale, Politiche di prezzo e informative sul web per agriturismi e bed and breakfast
Piermassimo Pavese, Silvio Porcellana,Stefano Labate,Valentina Casetta e Riccardo Peratoner, Astinnova, Generare valore: dai cerchi nel grano alle web app per l’enoturismo

INNOVATION SESSION
A partire dalle 11.35 verranno discusse le idee innovative presentate nel convegno e ulteriori poster  di startup. La sessione, a cura dell’ Incubatore 2i3T dell’Università di Torino e dell’Incubatore Enne3  dell’Università del Piemonte Orientale, è aperta al coinvolgimento dei soggetti del Piemonte e della Valle d’Aosta che si occupano di accelerazione di impresa e creazione di opportunità lavorative.

 

 

Scarica il pieghevole

1 2